martedì, Marzo 16, 2021

Milano chiude la seduta in rialzo

da del 16/03/2021 18:00

Seduta positiva per l’azionario europeo, nonostante la battuta d’arresto nella campagne di vaccinazione dovuta allo stop del vaccino di Astrazeneca. In particolare, il Ftse Mib ha segnato +0,5% a 24.261 punti.

La direttrice generale dellAgenzia europea per i medicinali (Ema), Emer Cooke, ha affermato di essere ancora fermamente convinta del fatto che i benefici del vaccino contro il Covid-19 di AstraZeneca superino i rischi, dopo che una serie di Nazioni dell’Ue ha temporaneamente interrotto l’uso del vaccino per problemi di coagulazione del sangue.

“I vaccini sono e restano la soluzione vera per uscire da questi mesi cosi’ difficili”, ha affermato il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Da segnalare poi che la Commissione Ue e BioNTech/Pfizer hanno raggiunto un accordo sulla consegna anticipata di 10 milioni di dosi per il secondo trimestre.

Buone notizie sul fronte dei dati macro: l‘indice Zew relativo alle attese economiche in Germania si e’ attestato a 76,6 punti a marzo rispetto ai 71,2 di febbraio, superando le attese del consenso degli economisti che si aspettavano invece una lettura a 73,1 punti.

Nel frattempo Wall Street prosegue la seduta sotto la parita’ (Dow Jones -0,37%), dopo la pubblicazione dei dati macro, con gli occhi del mercato che restano puntati sugli esiti della riunione del Fomc di domani e sui movimenti del rendimento del Treasury.

In particolare, le vendite al dettaglio negli Usa sono diminuite del 3% su base mensile a febbraio, deludendo il consenso degli economisti che si aspettavano un calo dello 0,4% m/m.

La produzione industriale negli Usa e’ invece calata del 2,2% a livello mensile a febbraio, deludendo nettamente il consenso degli economisti (+0,5% m/m).

L’indice Nahb sull’andamento del mercato immobiliare statunitense nel mese di marzo poi si e’ attestato a 82 punti, in calo rispetto al dato di febbraio a quota 84 punti. La lettura e’ inferiore a quanto atteso dal consenso degli economisti, a 83 punti.

A piazza Affari, sotto i riflettori il settore bancario, con il focus del mercato sul tema M&A: Bpm +3,74%,             Bper +2,21%, Mediobanca +1,71%Unicredit +2,05%, Intes Sanpaolo +1,28%, .P.Sondrio +4,04%, B.Mps+0,85%.

In rialzo Diasorin (+2,67%) e Poste I. (+2,15%).

Tra gli industriali bene Leonardo Spa (+0,85%), dopo che ieri l’azienda ha pubblicato i dettagli della Ipo della controllata Drs: l‘offertla pubblica iniziale consiste in 31.900.000 azioni ordinarie Drs in una fascia di prezzo compresa tra 20 e 22 dollari per azione.

Da segnalare poi Atlantia (-0,09%): secondo le fonti, ha preso il via da pochi minuti il Cda della societa’ chiamato a prorogare il termine per l’offerta CdP-Fondi al 27 marzo prossimo.

Tra le mid cap forti guadagni per Reply (+7,91% a 107,1 euro), in scia ai giudizi positivi degli analisti dopo i conti 2020. Mediobanca Securities ad esempio ha alzato il rating del titolo a outperform da neutral con un target price rivisto a 120 euro da 114,5 euro.

Da notare Openjobmetis (+2,89%) dopo i conti 2020.

Sull’Aim ha brillato Notorious P. (+2,56%), che ha sottoscritto un accordo di coproduzione con Amazon Studios del primo film italiano Amazon Original, Anni da cane, diretto da Fabio Mollo (Il Sud e’ niente) e scritto da Mary Stella Brugiati e Alessandro Bosi.

Condividi su: