Missione

LA MISSIONE dell’APA:

  1. Raggruppare i piccoli risparmiatori, gli azionisti dipendenti ed ex dipendenti e favorirne la loro concertazione, esaltandone le sinergie.
  2. Rappresentaree farsi portavoce delle istanze dei piccoli risparmiatori di fronte ai poteri pubblici, al legislatore ed ai media.
  3. Attuareuna politica di formazione, educazione ed informazione del risparmiatore e dell’utente del credito, utilizzando, se necessario, strumenti pubblici ed organismi riconosciuti (anche privati) e deputati all’instaurazione di un nuovo e più razionale rapporto socio-economico tra le categorie interessate, con il sostegno e la promozione di corsi, convegni, seminari, giornate di studio e simili, con l’intento di favorire gli scambi, anche culturali, tra gli associati.
  4. Organizzare iniziative istituzionali in tema di tutela del risparmio e del credito.
  5. Essere crocevia e punto di approfondimento/riflessione sull’evoluzione dell’azionariato.
  6. Essere partner, essenziale, nella redazione e nella promozione di un codice di autodisciplina delle Associazioni: Corporate governance, etica ecc.
  7. Allargare il campo d’azione, a livello nazionale, europeo e globale, attraverso un’intensa attività di lobbying.

 

Valorizzare ed assicurare l’esercizio dei Diritti fondamentali del Piccolo Risparmiatore.

I risparmiatori liberi e gli investitori dipendenti sono azionisti a tutti gli effetti e devono beneficiare di tutti i diritti fondamentali dell’azionista in conformità con il diritto societario e gli standards internazionali del Governo dell’Impresa. Le strutture collettive messe in atto per la raccolta e la gestione delle somme versate dagli azionisti non devono avere come effetto quello di ostacolare l’esercizio dei diritti degli azionisti.

Per assicurare l’indipendenza dei piccoli risparmiatori e dei loro rappresentanti il legislatore deve facilitare l’attuazione, a loro vantaggio, di disposizioni ufficiali che gli diano i mezzi “strumentali e regolamentari” per riunirsi ed organizzarsi.

 

FORZA DI RAPPRESENTANZA NELLE ISTANZE DECISIONALI

Quando l’azionariato di minoranza rappresenta almeno l’1% del capitale, deve di diritto ottenere almeno un proprio membro eletto nelle istanze decisionali dell’impresa o società quotata (Consiglio di Amministrazione, Collegio dei Sindaci o di Sorveglianza di una società).

I rappresentanti degli azionisti devono essere eletti dagli azionisti liberi e indipendenti e tra questi, su un unica Lista di candidature libere, con l’unico obiettivo di designare almeno 2 candidati per il seggio nel consiglio d’amministrazione.

 

PARTECIPAZIONE AGLI AUMENTI DI CAPITALE

In occasione di qualsiasi aumento di capitale deve essere proposta all’insieme dei piccoli azionisti almeno il 5% delle azioni emesse in una o più tranche nel rispetto delle modalità di attribuzione riservate anche ai dipendenti.

LEGISLAZIONE E CAMPO DI APPLICAZIONE

Al fine di sviluppare l’azionariato, il legislatore deve favorirne la sua attuazione in tutte le imprese.

ARMONIZZAZIONE EUROPEA INTERNAZIONALE

In uno spirito di parità di trattamento degli azionisti di uno stesso gruppo, di fronte al fenomeno della globalizzazione, le autorità nazionali devono adoperarsi per l’armonizzazione europea ed internazionale dei diritti dei piccoli azionisti.

LE PRINCIPALE RELAZIONI DI APA-ACEA

Rapporti con i poteri politici: sulle diverse tappe dell’attuazione dell’azionariato tra i piccoli risparmiatori: l’APA ha intrattenuto rapporti con parlamentari, consiglieri ministeriali.

Inoltre, nel 2003, ha partecipato all’audizione presso la Commissione Lavoro della Camera dei Deputati in vista della formazione di una Proposta di Legge in attuazione degli articoli 46 e 47 della Carta Costituzionale, in materia di partecipazione dei lavoratori nel capitale sociale delle aziende, formulando una propria proposta di Legge Quadro in materia di partecipazione sull’esempio di altre esperienze già attuate in Europa. Completamente “tradita” nelle varie stagioni politiche e di governo. Una strada che l’Associazione non ha mai abbandonato e intende rilanciare.

Le imprese: APA ha incontra i manager o i loro collaboratori per far valere i vantaggi delle Associazioni che rappresentano i piccoli azionisti liberi e dipendenti. E le Autorità di riferimento delle istanze relative all’azionariato: Consob spa, Borsa Italiana spa, Osservatorio sull’Azionariato Salariale in Europa.

 

ATTIVITA’: Partecipazione alle Assemblee degli Azionisti e in potenziali società ed associazioni partners e convegnistica parlamentare

Organizzazione di convegni: a Roma su “Piani delle Stock Options ed Azionariato diffuso”; a Genova sulla “democrazia economica” e la Giornata di Studio sul “Testo Unico per la Finanza” (Legge n. 58/98), etc..

 

REALIZZAZIONI- Nel 20002001 è stato costruito il 1° sito web dell’APAACEA destinato ai piccoli risparmiatori come spazio per supportarne tutte le iniziative, nonché fornire una informazione sulla attualità, sulle vicende societarie, una rassegna sulle notizie finanziarie e sull’azionariato diffuso ed internazionale.

 

Oggi – DICEMBRE 2017-Nell’Anniversario dei 20 anni di ininterrotta attività il sito internet dell’Associazione Azionisti Acea riprende vita, rinnovato ed aggiornato con le nuove tecnologie per partire con più vigore nel 2018.